Memorie di Adriana - Folksportingschool

FOLKSPORTINGSCHOOL
Vai ai contenuti

Menu principale:

 
La cultura per lo sport nasce dal divertimento e dal “gioco di squadra”

Memorie di una giocatrice di basket…

Incominciai a praticare il basket da molto giovane con l'U.C.S.I. Venezia di Alberigo Bognolo.
Ci allenavamo alla Palestra C. REYER della Misericordia di Venezia, alla guida di Amerigo Penzo prima e Mario Baretta poi.giocatrice di serie B e di serie A.
Partecipai ai collegiali per la Nazionale di Basket e ricevetti anche delle convocazioni in Azzurro che, con rammarico, non potei mai accettare.

Passai a giocare nelle file della Bristot Caffe' di Marcello Zancanaro a Treviso, allenata da Nidia Pausich; mi divertivo tanto perchè si giocava, si viaggiava e si condividevano momenti emozionanti fatti di lotte e dolori per la sconfitta di una partita e di grande gioia quando si vinceva.

Momenti di vita che rimangono scolpiti nella memoria.

Ho trascorso un altro bel periodo gioioso e sportivo allenando a Venezia le ragazze della “Laetitia”a Mestre la” Junior Basket S. Marco”. categoria ragazze, allieve e promozione, dirigente Ennio Prior.

Qunado però le cose nella vita cambiano, ci si deve adeguare in merito, e così passai a collaborare nelle file del CUS VENEZIA nella sezione FITNESS e qui rimasi per ben 15 anni! Sono stati momenti impegnativi perché dovevo dividermi tra doveri familiari e di responsabilità assunte.

Entrai ad insegnare in sala aerobica e lavorare con la musica e questo era divertentissimo; ma il mio sogno era di ritornare nei “parquette” dei palazzetti sportivi.

E così feci creando “ex novo” una scuola per “ragazze pom pon” ciò che negli U.S.A è noto come “chirleders”. che, dovendo creare un gruppo unito e grintoso di ragazze, avessi dovuto insegnare loro le regole del gioco di squadra … ed è stata la “mossa vincente”!
L'idea delle Ragazze Pom Pon ha trovato di fronte ostacoli culturali ancora presenti nei club veneziani. I pom pon e le gonnelline corte pieghettate erano ancora troppo americane!!! almeno così ci dicevano, e gli unici spazi a nostra disposizione erano le strade con le loro feste di piazza.limite è stato il nostro arricchimento: le danze acrobatiche si sono tinte di Folk!

La folk Sporting School chiude i battenti a Venezia per riaprirli dopo tanti anni a Campalto.la sua struttura di ginnastica e danza e propone il suo folklore attraverso le musiche e le danze degli altri paesi.

Un caloroso abbraccio a tutti coloro che mi vogliono bene.

Adriana Bovolato

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu